Sei qui: Home Comunicati Stampa Castellabate, nuovo Punto Informagiovani e rinnovo del Forum comunale

Castellabate, nuovo Punto Informagiovani e rinnovo del Forum comunale

PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 14 Febbraio 2014 13:09

Ragazzi protagonisti a Castellabate con la riattivazione del Punto Informagiovani in una nuova sede e il rinnovo del Forum comunale giovanile.

 

 

La Giunta comunale, con delibera n. 20 del 6 febbraio 2014, ha individuato in via Pagliarola, nello spazio sottostante piazza Caduti del Mare, a Santa Maria di Castellabate il locale da destinare a Punto Informagiovani. Il locale sarà dotato di attrezzature informatiche già in possesso del Comune, fornite dalla Regione Campania, tuttavia per renderlo più funzionale alla nuova destinazione d’uso, la Giunta ha previsto lo svolgimento di lavori di ristrutturazione per l’importo complessivo di 21mila euro, di cui ha approvato il progetto preliminare. Di recente l’Amministrazione comunale ha ridato impulso al Forum giovanile che a breve pianificherà le attività per l’anno 2014.

 

«Entrambe le iniziative - spiega il delegato alle politiche giovanili Carlo Montone - confermano l’attenzione rivolta ai giovani da parte dell’Amministrazione guidata dal sindaco Costabile Spinelli. In particolare, l’individuazione di nuovi locali per il Punto Informagiovani, dopo la chiusura della sede ubicata a Villa Matarazzo per necessari lavori infrastrutturali, soddisfa le esigenze di tutti gli under 35 di poter accedere a servizi d’informazione integrati, senza esclusioni per motivi economici, sociali, culturali o geografici. Questo sportello rappresenta, infatti, sia un punto d’incontro per i ragazzi che possono sviluppare un proficuo confronto e programmare iniziative di proprio interesse, sia un efficace strumento di informazione, formazione ed orientamento. Il Forum comunale giovanile, invece, è un importante organismo con funzione consultiva rispetto all'Amministrazione comunale. Auguro al nuovo presidente Davide Desiderio ai componenti del Direttivo un buon lavoro».