In ricordo dei 150 anni dall’Unità cerimonia con i dipendenti del Comune. Il sindaco consegnerà loro anche un dono

Stampa  Martedì 15 Marzo 2011 15:51

Si avvicina il giorno dell’anniversario dell’Unità d’Italia e i festeggiamenti entrano nel vivo. Sulle vetrine dei negozi di Castellabate non ci sono soltanto le locandine con la coccarda tricolore distribuite dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Costabile Maurano. Molti commercianti, infatti, stanno esponendo di propria iniziativa anche la bandiera tricolore, segno che il 150° anniversario dell’Unità d’Italia a Castellabate è un evento molto sentito. Soprattutto dopo che il film Benvenuti al Sud, girato proprio a Castellabate, ha risvegliato in molti italiani il sentimento di unità.

Intanto domani, mercoledì 16 marzo, per i più giovani sarà un giorno di Festa Tricolore: i 150 anni dell’Unità d’Italia verranno festeggiati con gli allievi dell’istituto comprensivo 148 di Santa Maria e dell’istituto comprensivo 147 di Castellabate San Marco, che presenteranno i loro lavori ispirati all’evento. Sempre domani, ma alle 16, si terrà una cerimonia nel corso della quale il sindaco Maurano consegnerà ai dipendenti comunali un dono con impresso lo stemma del Comune e il tricolore d’Italia a ricordo dell’importante anniversario. «L’attività della nostra amministrazione comunale - spiega il sindaco – è sempre stata rivolta a stimolare nei cittadini l’attaccamento alla patria. Ciascuno deve collaborare a difendere la nostra nazione partendo dalle cose semplici, soprattutto dal rispetto delle regole e delle leggi. E curando il luogo in cui si è nati». Alle 17.30 in piazza X ottobre 1123 il Concerto Bandistico S.Cecilia di Castellabate terrà il concerto dell’Unità d’Italia.

Giovedì 17 marzo alle 10.30 è prevista la cerimonia dell’alzabandiera  in onore all’alba dell’Italia, con l’intervento del sindaco Maurano e l’apposizione della medaglia di bronzo al merito civile del ministero degli Interni e della medaglia di bronzo della Croce Rossa Italiana conferita dal Presidente della Repubblica in onore al gonfalone del Comune di Castellabate.